Portfolio per frequenza conferenze di italianistica

Programma del semestre autunnale 2018

Le manifestazioni vengono pubblicate continuamente.

 

Diacronia e diatopia dell'uso e della funzione di ancora
(Dr. Lorenzo Filipponio, Università di Zurigo)

Per un italofono d’Italia, per lo meno di quella peninsulare, una frase come stamattina l’ho ancora visto perderebbe il confronto con stamattina l’ho rivisto, stamattina l’ho visto di nuovo o tutt’al più stamattina l’ho visto ancora. Eppure, nell’italiano della Svizzera italiana essa sembra non solo essere assolutamente accettabile, ma anche frequentemente utilizzata. Partendo da un sondaggio sull’italiano antico e aiutandoci coi giudizi di grammaticalità forniti da una settantina di informatori, ripartiti tra ticinesi, italiani di provenienza settentrionale e italiani di provenienza peninsulare, si arriverà a vedere che le differenze di uso e significato di ancora nello spazio linguistico italoromanzo sono un precipitato della molteplicità di usi e significati che questo avverbio mostra avere fino al XIV secolo.
Data: martedì 25 settembre 2018
Luogo: Romanisches Seminar, Zürichbergstrasse 8, 8032 Zurigo
Orario: 18.10-19.10
Aula: D-31
Enti organizzatori: Cattedra di linguistica storica italiana UZH (M. Loporcaro)
Responsabile: Prof. Dr. M. Loporcaro

Gli svizzeri muoiono felici, di Andrea Fazioli (Guanda, Milano 2018)
Presentazione editoriale

L’investigatore privato Elia Contini è chiamato a occuparsi di un delicatissimo caso di scomparsa. Nel 1998 Eugenio Torres, noto medico, amante del trekking, fondatore di scuole in Niger, all’improvviso sparisce dalla faccia della terra. Vent’anni dopo, alla morte della moglie, i figli assumono Contini per tentare di capire che cosa sia accaduto al padre. Nel quadro del seminario universitario dedicato alla letteratura svizzera in lingua italiana, lo scrittore ticinese Andrea Fazioli presenterà il suo ultimo libro Gli svizzeri muoiono felici.
Data: giovedì 4 ottobre 2018
Luogo: Universität Zürich, Zürichbergstrasse 8, 8032 Zürich
Orario: 18.15
Aula: D-31
Enti organizzatori: Cattedra di Letteratura italiana UZH (T. Crivelli)
Responsabile: Prof. Dr. Tatiana Crivelli

La città, gli specchi, la morte
Con il Prof. Andrea Cortellessa, Università Roma Tre e attuale Visiting Professor presso la Cattedra De Sanctis

Evento pubblico. Seguirà un rinfresco.

Data: lunedì 8 ottobre 2018
Luogo: ETH Zürich, Zentrum, Rämistrasse 101, 8001 Zürich
Orario: 18.15
Aula: HG E-22
Enti organizzatori: Cattedra De Sanctis ETHZ, Cattedra di Letteratura italiana UZH (T. Crivelli)
Responsabile: Prof. Dr. Tatiana Crivelli

La testimonianza storico-linguistica di un corpus documentario marchigiano trecentesco in latino (antroponimi delessicali dell’area fermano-maceratese
Dr. Federica Giordani (Università di Zurigo)

L’intervento intende presentare i risultati di una ricerca condotta sulle raccolte documentarie di Egidio di Albornoz, risalenti alla metà del XIV secolo ed edite solo parzialmente (Archivio Segreto Vaticano, Arm. XXXV, 20). Oggetto dello studio sono gli antroponimi delessicali (semplici e composti) di area mediana e perimediana (ci si soffermerà in particolare su esempi delle Marche centrali). Verranno discussi criticamente i casi più rilevanti sul piano lessicologico e i dati emersi dall’analisi complessiva del corpus.
Data: martedì 9 ottobre 2018
Luogo: Romanisches Seminar, Zürichbergstrasse 8, 8032 Zurigo
Orario: 18.10-19.10
Aula: D-31
Enti organizzatori: Cattedra di linguistica storica italiana UZH (M. Loporcaro)
Responsabile: Prof. Dr. M. Loporcaro

Letture dal romanzo L’altro stato, di Lev M. Loewenthal, (Castelvecchi, Roma 2018)
Con l’attore Cristiano Dessì, musiche dal vivo del gruppo Oktōēchos, presentazione a cura dell’ufficio stampa Castelvecchi
Narrato da Jona, soldato appena ucciso, e scandito da precise indicazioni musicali, il romanzo si snoda attorno a un muro che separa due Stati e molte storie. Nella parte povera e teoricamente bellicosa, tenuta fuori dai confini segnati da una chilometrica parete di cemento armato, incontriamo Ziyad, un adolescente che si esprime con l’hip hop, seguito come un’ombra dal piccolo Fuad. Dall’altra, quella all’interno dei confini della Barriera di Separazione, ricca e munita di un potente esercito, la riflessiva H’ava, violinista diciassettenne che frequenta il conservatorio. Una riflessione sulla natura umana in cui l’altro stato non simboleggia soltanto l’ignoto, lo straniero, il diverso, ma anche la condizione di chi si trova in una dimensione spirituale altra. Sebbene i luoghi menzionati siano di fantasia, l’ambientazione del romanzo ha radici concrete nel conflitto israelo-palestinese, per il quale finisce col proporre una soluzione poetica.
Seguirà un rinfresco.
Data: lunedì 15 ottobre 2018
Luogo: Universität Zürich, Zentrum, Rämistrasse 71, 8001 Zürich
Orario: 19.30-21.00
Aula: KOL E-18
Enti organizzatori: Romanisches Seminar
Per informazioni: PD Dr. Carla Rossi

Lunghezza vocalica e vincoli articolatori. Uno studio UTI sull'italiano
MA Dalila Dipino (Università di Zurigo)

Attraverso una tecnica innovativa che consente di osservare i movimenti della lingua, l’Ultrasound Tongue Imaging (UTI), verrà indagato il rapporto tra i meccanismi di produzione e coordinazione dei suoni e la lunghezza vocalica in italiano.
Data: martedì 23 ottobre 2018
Luogo: Romanisches Seminar, Zürichbergstrasse 8, 8032 Zurigo
Orario: 18.10-19.10
Aula: D-31
Enti organizzatori: Cattedra di linguistica storica italiana UZH (M. Loporcaro)
Responsabile: Prof. Dr. M. Loporcaro

I sostantivi femminili di III nei dialetti mediani: Roma e Viterbo a confronto
MA Mario Wild (Università di Zurigo)

Sin dai suoi inizi il romanesco conosce due esiti diversi per il plurale dei sostantivi femminili di III classe: -e -i. Una situazione simile è stata descritta anche per il dialetto di Viterbo e per altri dialetti centromeridionali. L’intervento cercherà di mettere in relazione i dati a nostra disposizione del romanesco e del viterbese inserendoli in una prospettiva comparativa, tenendo conto delle implicazioni teoriche e del quadro geolinguistico (peri-)mediano.
Data: martedì 6 novembre 2018
Luogo: Romanisches Seminar, Zürichbergstrasse 8, 8032 Zurigo
Orario: 18.10-19.10
Aula: D-31
Enti organizzatori: Cattedra di linguistica storica italiana UZH (M. Loporcaro)
Responsabile: Prof. Dr. M. Loporcaro

Espatrie lettere: pratiche, discorsi e protagoniste/i del mercato culturale sul confine tra Italia, Svizzera e Germania (1920-1970)
Convegno Internazionale
Il convegno si propone di indagare i modi in cui l’industria culturale italiana del Novecento (case editrici, riviste, ecc.) costruì sistemi di dialogo transnazionale e, più specificamente, transalpino, nel periodo che va dal Ventennio fascista agli anni del boom economico. In particolare l’incontro zurighese intende esplorare la rete dei rapporti culturali tra Italia, Svizzera ed Europa germanofona attraverso una disamina estensiva di varie tipologie di materiali documentari da un lato (documenti d’archivio, stampa periodica, attività editoriali, radio, tv) e di eventi culturali dall’altro (pubblicazioni, traduzioni, mostre, trasmissioni, dibattiti, ecc.). Tra gli ospiti: Carlo Feltrinelli e Alberto Cadioli.
Data: Lunedì/martedì, 19/20 novembre 2018
Luogo: Universität Zürich, Rämistrasse 71, 8001 Zürich
Orario: sempre 9.00-18.00
Aula: KOL G-217 EV
Enti organizzatori: Cattedra di Letteratura italiana UZH (T. Crivelli)
Responsabile: Prof. Dr. Tatiana Crivelli

Sulla distribuzione dei nomi massa e dei nomi numerabili in italiano
Dr. Chiara Zanini (Università di Zurigo)

La natura delle proprietà che distinguerebbero i nomi massa dai nomi numerabili è oggetto di un dibattito ben lontano dal potersi considerare concluso. Nel corso della presentazione l’argomento sarà affrontato in una prospettiva interdisciplinare confrontando le principali proposte teoriche avanzate negli ultimi anni con i dati provenienti da alcuni studi sperimentali.
Data: martedì 20 novembre 2018
Luogo: Romanisches Seminar, Zürichbergstrasse 8, 8032 Zurigo
Orario: 18.10-19.10
Aula: D-31
Enti organizzatori: Cattedra di linguistica storica italiana UZH (M. Loporcaro)
Responsabile: Prof. Dr. M. Loporcaro

La lingua dell'inventario di Cimesino (Giudicarie, XIV sec.)
MA Stefano Cristelli (Università di Zurigo)

L'intervento ha lo scopo di commentare la lingua di un inventario di beni vergato verso la fine del XIV secolo nel Trentino occidentale (Giudicarie): ci si soffermerà brevemente sulle caratteristiche materiali e sulla storia del testo per lasciare spazio, poi, ad un'accurata descrizione dei tratti linguistici e dei tipi lessicali più notevoli.
Data: martedì 4 dicembre 2018
Luogo: Romanisches Seminar, Zürichbergstrasse 8, 8032 Zurigo
Orario: 18.10-19.10
Aula: D-31
Enti organizzatori: Cattedra di linguistica storica italiana UZH (M. Loporcaro)
Responsabile: Prof. Dr. M. Loporcaro

Figlie del padre, di Maria Serena Sapegno (Feltrinelli, Milano 2018)
Presentazione editoriale e dibattito

Si può raccontare la storia di una relazione naturale, eppure così densa di arcaiche ambiguità, come quella tra una figlia e suo padre? Maria Serena Sapegno affronta questa sfida nel suo ultimo libro, Figlie del padre. Passione e autorità nella letteratura occidentale, ripercorrendo una storia antica come l'umanità, che parla di rapporti reali, ma anche di ordine simbolico.
Data: Mercoledì 5 dicembre 2018
Luogo: Romanisches Seminar, Zürichbergstrasse 8, 8032 Zürich
Orario: 18.15-19.30
Aula: D 31
Enti organizzatori: Doktoratsprogramm des Romanischen Seminars, Cattedra di Letteratura italiana UZH (T. Crivelli)
Responsabile: Prof. Dr. Tatiana Crivelli

La quantità vocalica nei dialetti liguri di Ponente
Dr. Davide Garassino (Università di Zurigo)

Obiettivo di questo intervento è presentare i primi risultati del progetto "At the intersection between acoustic phonetics and information structure. An empirical investigation on the phonetic realization of vowel length in three Ligurian dialects" finanziato dal Fondo Nazionale Svizzero. In particolare, ci concentreremo sulle diverse manifestazioni della quantità vocalica nei dialetti di Genova, Porto Maurizio e Ventimiglia.
Data: martedì 11 dicembre 2018
Luogo: Romanisches Seminar, Zürichbergstrasse 8, 8032 Zurigo
Orario: 18.10-19.10
Aula: D-31
Enti organizzatori: Cattedra di linguistica storica italiana UZH (M. Loporcaro)
Responsabile: Prof. Dr. M. Loporcaro