Header Italiano

Conferenze di italianistica

Le attività possono essere scelte per i seguenti moduli:

410-012 "Nel mondo della ricerca" (BA)
410-504 "Contatti con il mondo scientifico" (MA)

Programma del semestre invernale 2022

L'elenco viene costantemente aggiornato

Dante, il sommo italiano

Prof. Fulvio Conti, Università di Firenze

Il precursore dell’unità italiana, simbolo principe dell’identità nazionale, amato dai patrioti romantici e dai fascisti. Il ghibellino fustigatore della Chiesa, bandiera dell’Italia laica. Ma anche il Dante guelfo capace di incarnare l’idea di una cattolicità trionfante. Infine, il Dante pop del cinema, della pubblicità, dei fumetti, icona polisemica del nostro tempo, punto di riferimento incredibilmente attrattivo anche nell’età di internet e della globalizzazione. La declinazione che il mito di Dante ha avuto dal Settecento a oggi ci aiuta a capire qual è stata l’evoluzione del sentimento patriottico. Il poeta ha incarnato gli elementi di passionalità e di forte contrapposi-zione politica che sono una caratteristica di lungo periodo della storia italiana. Dante ha unito, ma al tempo stesso ha diviso. In ogni caso, mai ha lasciato indifferenti le molte anime della nazione. Modera: Francesco Ziosi, direttore Istituto Italiano di Cultura di Zurigo.

Fulvio Conti è professore ordinario di Storia contemporanea presso l’Università di Firenze. Molto attivo all'estero, specialmente in Francia e negli Stati Uniti, ha studiato soprattutto il Risorgimento e la storia della massoneria italiana. "Il sommo italiano" è tradotto in spagnolo e in portoghese, e la traduzione inglese è in corso d'opera.

Ingresso libero, iscrizione obbligatoria per tutte le persone.
→ Modulo per la prenotazione dell'evento

Data: martedì, 25 ottobre 2022
Orario: ore 19:00 - 20:30
Luogo: Volkshaus, Stauffacherstrasse 60, 8004 Zürich
Organizzano: Istituto Italiano di Cultura di Zurigo in collaborazione con la Società Dante Alighieri di Zurigo e la Cattedra di Letteratura Italiana dell'Università di Zurigo (Prof. Dr. J. Bartuschat)

Mito e Scienza in Galileo

Prof. Massimo Bucciantini, Università di Siena

Il nome di Galileo ha segnato in profondità la vita culturale e politica europea, e non solo europea. La sua presenza non ha mai smesso di produrre idee, riflessioni e trasformazioni nella vita civile e intellettuale.
Lo storico della scienza Massimo Bucciantini discute l'impatto e l'influenza degli scritti di Galileo nell’Europa moderna soprattutto negli ambienti politici e letterari. Quali interpretazioni hanno prodotto? Quanti miti e simboli sono nati e si sono sviluppati all’indomani della sua morte fino alla fine del Novecento? (Conferenza in italiano con traduzione simultanea in tedesco)

Data: venerdì, 28 ottobre 2022
Orario: ore 18:00
Luogo: Collegium Helveticum der ETH Zürich, STW, Schmelzbergstrasse 25, 8006 Zürich, Meridian-Saal 
Organizzano:  Cattedra De Sanctis, Collegium Helveticum

La battaglia per il romanzo. ll campo letterario italiano: 1929-1936

Prof. Anna Baldini, Università per Stranieri di Siena

l romanzo non ha avuto vita facile in Italia nei primi trent’anni del ’900. Con Anna Baldini (Univ. per Stranieri di Siena) si vedrà perché, cosa cambia all’inizio degli anni Trenta e chi contribuisce a rilegittimare il genere della modernità nella letteratura italiana.
 
Data: mercoledì, 2 novembre 2022
Orario: ore 18:45 - 19:45
Luogo: Universität Zürich, aula RAA-G-01, Rämistrasse 59, 8001 Zürich

 

Duello e conversione nel «Morgante» e nell’epica cavalleresca

Prof. Sergio Zatti, Università di Pisa

La Lettura del «Morgante» è il primo commento integrale, cantare per cantare, dedicato al capolavoro di Luigi Pulci. Il progetto è ideato e organizzato da quattro università: la Scuola Normale Superiore, l’Università di Pisa, l’Università di Firenze e l’Università di Zurigo. Vede coinvolti studiosi e studiose di profilo internazionale e si articola in diverse giornate, che avranno luogo nel corso del 2022 presso queste sedi: la Scuola Normale Superiore (8-10 giugno, cantari I-XV); l’Università di Firenze (22-23 settembre, cantari XVI-XXIII); l’Università di Zurigo (23-24 novembre, cantari XXIV-XXVIII).

All’Università di Zurigo, Sergio Zatti terrà una lettura introduttiva intitolata Duello e conversione nel «Morgante» e nell’epica cavalleresca.

Data: giovedì, 3 novembre 2022
Orario: ore 10:15 - 12:00
Luogo: Universität Zürich, aula RAA-G-01, Rämistrasse 59, 8001 Zürich
Organizza: Cattedra di letteratura italiana UZH (Prof. Dr. J. Bartuschat), Prof. Franca Strologo
Contatto: Franca Strologo (strologo@rom.uzh.ch)

Giornata di studio dedicata a Remo Fasani

ll lavoro di critico e di poeta di Remo Fasani rappresenta un corpus di enorme valore non ancora del tutto conosciuto come meriterebbe: a cento anni dalla sua nascita la Pro Grigioni Italiano intende rendergli omaggio, organizzando una giornata di studio presso l’Università di Zurigo, che permetta di ripercorrere la sua produzione letteraria nonché sottolineare la dimensione “umana” e di ricercatore. 

Data: venerdì, 11 novembre 2022
Orario: ore 09:00 - 17:30
Luogo: Universität Zürich, aula KOL-G-217, Rämistrasse 71, 8006 Zürich
Organizzano: Pro Grigioni Italiano (Pgi) in collaborazione con la cattedra di letteratura italiana UZH (Prof. Dr. Crivelli)

Il romanzo contemporaneo della Svizzera italiana. Conversazioni sulla prosa

Gli autori e le autrici Carlo Silini, Davide Rigiani, Giuliana Altamura, Sara Catella discutono dei loro romanzi e del loro lavoro letterario con i ricercatori e le ricercatrici di italianistica dell’Università di Zurigo e dell’Université de Haute-Alsace (Mulhouse).

Data: giovedì, 17 novembre 2022
Orario: ore 16:15 - 19:45
Luogo: Universität Zürich, KOL-E-21 Rämistrasse 71, 8006 Zürich
Organizza: Cattedra di letteratura italiana UZH (Prof. Dr. Crivelli)

Lettura del «Morgante» di Luigi Pulci


La Lettura del «Morgante» è il primo commento integrale, cantare per cantare, dedicato al capolavoro di Luigi Pulci. Il progetto è ideato e organizzato da quattro università: la Scuola Normale Superiore, l’Università di Pisa, l’Università di Firenze e l’Università di Zurigo. Vede coinvolti studiosi e studiose di profilo internazionale e si articola in diverse giornate, che avranno luogo nel corso del 2022 presso queste sedi: la Scuola Normale Superiore (8-10 giugno, cantari I-XV); l’Università di Firenze (22-23 settembre, cantari XVI-XXIII); l’Università di Zurigo (23-24 novembre, cantari XXIV-XXVIII).

All’Università di Zurigo, le giornate del 23-24 novembre saranno dedicate alla lettura dei cinque cantari finali della Rotta di Roncisvalle.

Data: 23 novembre 2022
Orario: ore 18.15-19.45
Luogo: Universität Zürich, aula KOL-E-21, Rämistrasse 71, 8006 Zürich

Data: 24 novembre 2022
Orario: ore 9.00-12.00 e 14.00-18.00
Luogo: Universität Zürich, aula KOL-G-217

Organizza: Cattedra di letteratura italiana UZH (Prof. Dr. J. Bartuschat), Prof. Franca Strologo
Contatto: Franca Strologo (strologo@rom.uzh.ch)

L'attualità di Dürrenmatt e Sciascia

Incontro con alunne/i di liceo e università e rappresentazione teatrale pubblica

L’evento è parte di una serie internazionale di incontri promossi dal ‘Centre Dürrenmatt’ per il centenario dei due autori. I Proff. Crivelli e Giuriato (UZH) ne introdurranno l’opera e, alle 18.00, il Teatro Sociale di Bellinzona presenterà un’originale “mise en espace” teatrale.

Data: giovedì, 1 dicembre 2022
Orario: ore 18:00
Luogo: Aula della Kantonsschule Enge e Freudenberg, Steinentischstrasse 10, 8002 Zürich
Organizzano: Centro Dürrenmatt di Neuchâtel, Cattedre di letteratura italiana (Prof Dr. Crivelli) e tedesca (Prof. Dr. Giuriato) UZH, Kantonsschule Enge, Società Dante Alighieri Zurigo.

«Caro Pier Paolo»

Incontro con Dacia Maraini
«Caro Pier Paolo, ho in mente una bellissima fotografia di te, solitario come al solito, che cammini, no forse corri, sui dossi di Sabaudia, con il vento che ti fa svolazzare un cappotto leggero sulle gambe. Il volto serio, pensoso, gli occhi accesi. Il tuo corpo esprimeva qualcosa di risoluto e di doloroso. Eri tu, in tutta la tua terribile solitudine e profondità di pensiero. Ecco io ti immagino ora così, in corsa sulle dune di un cielo che non ti è piú ostile». 
Dacia Maraini dialoga in pubblico con Alessandro Bosco sul suo ultimo libro (Caro Pier Paolo, Neri Pozza, 2022), in cui in forma epistolare racconta e ricorda una persona a cui fu molto vicina: Pier Paolo Pasolini.

Data: lunedì, 5 dicembre 2022
Orario: ore 19:00
Luogo: Volkshaus Zürich, Stauffacherstrasse 60, 8004 Zürich; Blauer Saal
Organizzano: Società Dante Alighieri Zurigo e Istituto Italiano di Cultura, in collaborazione con la Cattedra De Sanctis dell’ETH e la Cattedra di Letteratura italiana dell’UZH (Prof. Dr. Tatiana Crivelli).
Contatto: info@dantealighieri.ch