Paola Casella

Lektorin am Romanischen Seminar Zürich (Italienisch)

Romanisches Seminar
Plattenstrasse 28
CH - 8032 Zürich
+41 (0)44 634 36 37

Curriculum vitae

Dr. Paola Casella

  • 1986-91: Studi all'università di Friburgo in letteratura italiana, in filologia romanza e in letteratura tedesca.
  • 1991: Laurea in lettere presso l'università di Friburgo con la tesi: «Un dotto e curioso repertorio del primo Seicento: l'Arte de' cenni di Giovanni Bonifaccio» (sotto la direzione dei professori G. Pozzi e A. Martini)
  • 1990-92: Formazione all'Istituto di pedagogia e didattica dell'Università di Friburgo. Abilitazione all'insegnamento nelle scuole medie superiori (DMG)
  • 1991-93: Insegnante di tedesco al liceo Collège Ste-Croix di Friburgo
  • 1991-97: Assistente alla cattedra di lingua e letteratura italiane dell'Università di Neuchâtel con carico didattico di tre ore settimanali
  • 1993-94: Soggiorno di studio a Roma. Borsa del Fondo Nazionale Svizzero per la ricerca scientifica e della Fondation pour les bourses d'études italo-suisse di Losanna. Membro dell'Istituto Svizzero di Roma
  • 2001: Tesi di dottorato su «L'umorismo» di Pirandello. Ragioni intra- e intertestuali difesa all'Università di Neuchâtel davanti a una giuria internazionale, composta dai professori G. Cappello (Neuchâtel, primo relatore e direttore di tesi), G. Ferroni (Roma, secondo relatore) e C. Vicentini (Napoli, secondo relatore). Conseguimento del titolo Dr. phil. I e dell'abilitazione all'insegnamento universitario
  • dal 2002: Lettrice d'italiano all'università di Zurigo
  • 2003, 12 giugno: Chiamata ad entrare nella terna finale al concorso bandito dall'Università di Losanna per il posto di professore assistente di letteratura italiana moderna e contemporanea.
  • 2005, semestre estivo: Incarico d'insegnamento all'Università di Neuchâtel.
  • dal 2007: docente d’italiano presso lo Sprachenzentrum dell‘università e del Politecnico federale di Zurigo

Profilo professionale

Nell'ambito del lettorato d'italiano tiene: corsi di storia letteraria, esercizi di redazione, di traduzione e di avviamento alla ricerca bibliografica.

Come studiosa si è occupata di

  • Umorismo: riflessioni teoriche di Pirandello e sue opere umoristiche
  • Gestualità e letteratura: trattatistica sul linguaggio gestuale; gesti affettivi e simbolici in poesia e in prosa
  • Caratterizzazione dei personaggi e loro effetti patemici: Ariosto e Pirandello
  • Variantistica e critica genetica: Pirandello e Tasso
  • Teatro e pratiche della messinscena: Goldoni, Testori
  • Narrativa del Novecento: Pirandello, De Roberto

Per queste aree ha adottato vari approcci critici: filologico, critica delle varianti; analisi intertestuale, macrotestuale, semiologica; storia della ricezione.

Ricerche in corso

“Il codice gestuale nella letteratura italiana dei primi secoli”.
“Innovazioni drammaturgiche tra Otto e Novecento”.

Pubblicazioni

Monografie
Strumenti di filologia pirandelliana. Complemento all'edizione critica delle «Novelle per un anno». Saggi e bibliografia della critica, Ravenna, Longo, 1997, pp. 252. Edizione critica, esame delle varianti, storia della ricezione critica

«L'umorismo» di Pirandello. Ragioni intra- e intertestuali, Fiesole, Edizioni Cadmo, 2002, 342 pp. Esame diacronico e sincronico, intra- e intertestuale del saggio pirandelliano

Articoli
Un dotto e curioso trattato del primo Seicento: l'«Arte de' cenni» di Giovanni Bonifaccio, «Studi secenteschi», vol. XXIV (1993), pp. 331-407. Studio semiotico di un trattato di gesti del XVII secolo

La «Trilogia della villeggiatura»: parallelismi e opposizioni [la messa in scena di Strehler all'Odéon di Parigi], «SIT. Cahiers du Séminaire d'Italien de l'Université de Neuchâtel», n. 2 (dicembre 1993), pp. 75-86. Sistemi di significazione in una messinscena della trilogia di Goldoni

Le descrizioni nelle novelle di guerra di F. De Roberto: indici di uno sperimentalismo travagliato, «SIT. Cahiers du Séminaire d'Italien de l'Université de Neuchâtel», n. 5 (novembre 1996), pp. 85-101. Analisi dello stile e della trasmissione dei valori in novelle sulla prima guerra mondiale

«Novelle per un anno» di Pirandello, «Nuova Secondaria», 15 ottobre 1998, pp. 46-50. Strutture macrotestuali dell'incompiuta raccolta novellistica

«L'umorismo» di Pirandello, uno e due, «Rassegna europea di letteratura italiana», n. 21 (2003), pp. 53-66. Critica delle varianti

La parola incarnata: tra finzione e realtà. «I promessi sposi alla prova» di Giovanni Testori, «Rassegna europea di letteratura italiana», n. 23 (2004), pp. 85-107. Analisi di poetica drammaturgica

Il funzionamento dei personaggi secondari nell’Orlando furioso: le vicissitudini di Sacripante, «Italianistica», maggio-agosto 2006, pp. 11-26. Metodo d’analisi di un personaggio letterario

Recensione su Roberto Salsano, Pirandello. Scrittura e alterità, Firenze, Cesati, 2005, pp. 207, in «Annali di Italianistica», 2006, vol. 24, pp. 457-458.

Il personaggio letterario: tra illusione e finzione, «La Nuova Secondaria», 17 aprile 2007 (n.8), pp. 32-35. Riflessioni metodologiche

Sacripante o l’infinita ricerca del cavaliere innamorato, «La Nuova Secondaria», 17 aprile 2007 (n.8), pp. 45-48. Analisi di un personaggio letterario

La narrazione frantumata delle Novelle per un anno, in Attualità di Pirandello, a cura di Enzo Lauretta, Pesaro, Metauro, 2008, pp. 207-225. Studio variantistico di una novella e della raccolta

L’umorismo and female Portraits: Between Theory and Fiction, «The Journal of The Pirandello Society of America», vol. XXII (2008), pp. 31-43. Analisi genetica di un motive letterario

La «Gerusalemme» contro-riformata del Tasso: raffronti e linee di forza, in a. c. F. Beltraminelli, Lezioni bellinzonesi 4, Bellinzona, Casagrande, 2011, pp. 106-136. Esame delle strutture narrative e delle loro implicazioni ideologiche.

Modi di funzionamento dell’umorismo in Pirandello. Riflessioni sui personaggi e sulla loro caratterizzazione, in «Rassegna europea di letteratura italiana», vol. 37, 2011, pp. 115-129. Studio dei meccanismi discorsivi e retorici alla base della ricezione umoristica dei personaggi.

Comunicare per cenni e per parole: una tipologia delle difficoltà nella comunicazione (interculturale) in Pirandello, in M. Rössner e A. Sorrentino (a.c. di), Pirandello e la traduzione (culturale). Atti del Convegno dell’ Europäisches Pirandello Zentrum (München 22-24 novembre 2011), Roma, Carrocci, 2012, pp. 17-26. Analisi tipologica dei problemi comunicativi nella novella Lontano di Pirandello.

Dire il vero alla prima persona: annotazioni sui romanzi di Pirandello, in a.c. di B. van den Bossche, Finzioni & finzioni. Illusioni e affabulazioni in Luigi Pirandello e nel modernismo internazionale. Atti del convegno internazionale di Lovanio / Anversa (20-22 maggio 2010), Firenze, Cesati, 2013, pp. 69-86. Esame dell’attendibilità e inattendibilità narratoriale.

Note preliminari sulla rarefazione ritrattistica nel “Canzoniere” di Petrarca, in a.c. di U. Musarra-Schroeder e F. Musarra, Faber in fabula. Casi di intertestualità artistica nella letteratura italiana. Atti del XX Convegno AIPI (Salisburgo 5-8 settembre 2012), Firenze, Cesati, 2013, pp. 17-29. Analisi delle strategie linguistiche, letterarie, semiologiche e ideologiche implicate nella descriptio mulieris.

Les «Novelle per un anno» de Luigi Pirandello: entre projet macrotextuel et réalisation inachevée, in «Interférences littéraires/Literaire interferenties», n° 12, « Cycles, Recueils, Macrotexts: The Short Story Collection in Theory and Practice », a c. di Elke D’hoker & Bart Van den Bossche, febbraio 2014, pp. 89-102.  Esame diacronico delle strutture macrotestuali di una raccolta narrativa.

Quando Pirandello riscrive se stesso: il caso delle novelle, in a.c. di J. Szymanowska, … centomila Pirandello. Atti del convegno internazionale di Varsavia (22-24 aprile 2013), Firenze, LoGisma, 2014, pp. 59-74. Esame dei tempi e dei modi della revisione testuale e delle sue implicazioni estetiche.

La retorica degli affetti nell’Orlando furioso e nella Gerusalemme liberata, in a c. di  J. Bartuschat e F. Strologo, Carlo Magno in Italia e la fortuna dei libri di cavalleria. Atti del Convegno internazionale di Zurigo (6-8 maggio 2014), Ravenna, Longo, 2016, pp. 193-219. Studio delle strutture retoriche e della ricezione letteraria con strumenti della
neuroestetica e della ricerca sulle emozioni.

Le innovazioni romantiche della Francesca da Rimini di Silvio Pellico, «Rassegna europea di letteratura italiana», di prossima pubblicazione, ca. pp. 16
Studio delle innovazioni operate da Pellico al celebre episodio dantesco in funzione del palcoscenico e del pubblico del primo Ottocento

Pirandello alla Radiotelevisione della Svizzera Italiana: l’intervista a Marta Abba con sondaggi d’archivio, di prossima pubblicazione negli Atti del convegno internazionale, Pirandello tra assenza e presenza: per la mappatura internazionale di un fenomeno culturale, Zurigo, 16-18 marzo 2017. Tempi e modi della canonizzazione letteraria di un autore moderno attraverso i mass media.

Zoom, slow-motion & istantanee. Dinamiche di visualizzazione e di significazione nella narrativa breve di Luigi Pirandello, di prossima pubblicazione negli Atti del convegno internazionale Iconografie pirandelliane. Immagini e cultura visiva nell’opera di Luigi Pirandello, Università di Lovanio (KU Leuven), 8-9 giugno 2017. Strategie della visualizzazione letteraria, tra effetti emotivi e finalità euristiche.

«Tutto per bene»: un dramma moderno di narrazioni false con risoluzione post-fattuale, di prossima pubblicazione negli Atti del convegno Pirandello in un mondo globalizzato. Narrazione-memoria-identità, Monaco di Baviera, 7-8 novembre 2017. Studio delle agnizioni e peripezie drammatiche mediante concetti delle scienze cognitive.

Strategie umoristiche pirandelliane: dalla narrazione al dramma, in a c. di A. Sorrentino, M. Rössner et alii, Pirandello e un mondo da ri-disegnare, Oxford-New York, Peter Lang, 2017, pp. 37-72. Esame semiotico dei cambiamenti strutturali e contenutistici dell’umorismo nel passaggio dalle novelle agli atti unici.