Pietro De Marchi

Titularprofessor für italienische Literaturwissenschaft, Universität Zürich 

Professeur associé, Université de Neuchâtel
Lehrbeauftragter für Italienisch, Universität Bern

St. Moritzstrasse 5
8006 Zürich
Tel. P. +41 (0)44 262 86 10

Curriculum vitae e principali pubblicazioni

Nato nel 1958, ha studiato all’Università di Milano, dove si è laureato in Lettere moderne, e poi in quella di Zurigo, dove ha conseguito il dottorato e successivamente la venia legendi in “Italienische Literaturwissenschaft”. Insegna attualmente, a vario titolo, oltre che nell’università di Zurigo, in quelle di Neuchâtel e di Berna.

Come studioso, si è occupato soprattutto di poesia dialettale lombarda dell’età tra Parini e Porta, nonché di altro Sette e Ottocento, di poesia e narrativa del Novecento, di problemi della traduzione letteraria e di storia della critica. Si è occupato però anche di Dante, della ricezione di Petrarca, di novellistica del Cinquecento, di poemi eroicomici.

Ha pubblicato vari studi di carattere filologico e critico, tra cui l’edizione delle Poesie milanesi di Francesco Bellati (Milano, All’insegna del Pesce d’Oro, 1996) e, più recentemente, i due volumi Dove portano le parole. Sulla poesia di Giorgio Orelli e altro Novecento (Lecce, Piero Manni Editore, 2002) e Uno specchio di parole scritte. Da Parini a Pusterla, da Gozzi a Meneghello (Firenze, Franco Cesati Editore, 2003). L’ultima sua importante pubblicazione è l’edizione, con ampia introduzione critica e filologica, dei racconti di Silvio Guarnieri, Lavori d’autunno, San Cesario di Lecce, Manni, 2012.

In collaborazione con altri studiosi ha curato edizioni di Leopardi (Discorso di un italiano intorno alla poesia romantica, Bellinzona, Casagrande, 1988), Alvaro (Romanzi e racconti, Milano, Bompiani, 1990), Moravia (Romanzi e racconti 1929-1937, Milano, Bompiani, 1998); e inoltre atti di congressi (Sciascia, scrittore europeo, Basel, Birkhäuser, 1994); bibliografie (I libri di Dante Isella, Milano, Scheiwiller, 1993), miscellanee (Per Giorgio Orelli, Bellinzona, Casagrande, 2001), biografie (con Giuliana Adamo: Volta la carta la ze finia, Luigi Meneghello. Biografia per immagini, Milano, Effigie Edizioni, 2008), cataloghi di mostre (Giorgio Orelli. I giorni della vita, Mendrisio, Museo d’arte, 2011).

Come poeta ha pubblicato alcune plaquettese due volumi: Parabole smorzate e altri versi (1990-1999), prefazione di Giorgio Orelli, Bellinzona, Casagrande, 1999; Replica (con una nota di Fabio Pusterla), Bellinzona, Casagrande, 2006. Per quest’ultima raccolta ha ricevuto il Premio Schiller 2007. Un’ampia antologia delle sue poesie, con traduzione in tedesco, e una scelta di nuovi testi in versi e in prosa è uscita nel 2009: Der Schwan und die Schaukel / Il cigno e l’altalena. Gedichte und Prosastücke 1990-2008, Italienisch und deutsch, Ausgewählt ind übersetzt von Ch. Ferber, Mit einem Nachwort von F. Pusterla, Zürich, Limmat Verlag, 2009.

Dal 2006 al 2011 è stato membro del Consiglio di Fondazione di Pro Helvetia. È ora membro della giuria del Premio Schiller e dei Premi federali di letteratura.