Paola Casella

Lektorin am Romanischen Seminar Zürich (Italienisch)

Romanisches Seminar
Plattenstrasse 28
CH - 8032 Zürich
+41 (0)44 634 36 37

Curriculum vitae

Dr. Paola Casella

  • 1986-91: Studi all'università di Friburgo in letteratura italiana, in filologia romanza e in letteratura tedesca.
  • 1991: Laurea in lettere presso l'università di Friburgo con la tesi: «Un dotto e curioso repertorio del primo Seicento: l'Arte de' cenni di Giovanni Bonifaccio» (sotto la direzione dei professori G. Pozzi e A. Martini)
  • 1990-92: Formazione all'Istituto di pedagogia e didattica dell'Università di Friburgo. Abilitazione all'insegnamento nelle scuole medie superiori (DMG)
  • 1991-93: Insegnante di tedesco al liceo Collège Ste-Croix di Friburgo
  • 1991-97: Assistente alla cattedra di lingua e letteratura italiane dell'Università di Neuchâtel con carico didattico di tre ore settimanali
  • 1993-94: Soggiorno di studio a Roma. Borsa del Fondo Nazionale Svizzero per la ricerca scientifica e della Fondation pour les bourses d'études italo-suisse di Losanna. Membro dell'Istituto Svizzero di Roma
  • 2001: Tesi di dottorato su «L'umorismo» di Pirandello. Ragioni intra- e intertestuali difesa all'Università di Neuchâtel davanti a una giuria internazionale, composta dai professori G. Cappello (Neuchâtel, primo relatore e direttore di tesi), G. Ferroni (Roma, secondo relatore) e C. Vicentini (Napoli, secondo relatore). Conseguimento del titolo Dr. phil. I e dell'abilitazione all'insegnamento universitario
  • dal 2002: Lettrice d'italiano all'università di Zurigo
  • 2003, 12 giugno: Chiamata ad entrare nella terna finale al concorso bandito dall'Università di Losanna per il posto di professore assistente di letteratura italiana moderna e contemporanea.
  • 2005, semestre estivo: Incarico d'insegnamento all'Università di Neuchâtel.
  • dal 2007: docente d’italiano presso lo Sprachenzentrum dell‘università e del Politecnico federale di Zurigo

Profilo professionale

Nell'ambito del lettorato d'italiano tiene: corsi di storia letteraria, esercizi di redazione, di traduzione e di avviamento alla ricerca bibliografica.

Come studiosa si è occupata di

  • Umorismo: riflessioni teoriche di Pirandello e sue opere umoristiche
  • Gestualità e letteratura: trattatistica sul linguaggio gestuale; gesti affettivi e simbolici in poesia e in prosa
  • Caratterizzazione dei personaggi e loro effetti patemici: Ariosto e Pirandello
  • Variantistica e critica genetica: Pirandello e Tasso
  • Teatro e pratiche della messinscena: Goldoni, Testori
  • Narrativa del Novecento: Pirandello, De Roberto

Per queste aree ha adottato vari approcci critici: filologico, critica delle varianti; analisi intertestuale, macrotestuale, semiologica; storia della ricezione.

Ricerche in corso

“Il codice gestuale nella letteratura italiana dei primi secoli”.
“Innovazioni drammaturgiche tra Otto e Novecento”.

Pubblicazioni

Monografie
Strumenti di filologia pirandelliana. Complemento all'edizione critica delle «Novelle per un anno». Saggi e bibliografia della critica, Ravenna, Longo, 1997, pp. 252. Edizione critica, esame delle varianti, storia della ricezione critica

«L'umorismo» di Pirandello. Ragioni intra- e intertestuali, Fiesole, Edizioni Cadmo, 2002, 342 pp. Esame diacronico e sincronico, intra- e intertestuale del saggio pirandelliano

Articoli
Un dotto e curioso trattato del primo Seicento: l'«Arte de' cenni» di Giovanni Bonifaccio, «Studi secenteschi», vol. XXIV (1993), pp. 331-407. Studio semiotico di un trattato di gesti del XVII secolo

La «Trilogia della villeggiatura»: parallelismi e opposizioni [la messa in scena di Strehler all'Odéon di Parigi], «SIT. Cahiers du Séminaire d'Italien de l'Université de Neuchâtel», n. 2 (dicembre 1993), pp. 75-86. Sistemi di significazione in una messinscena della trilogia di Goldoni

Le descrizioni nelle novelle di guerra di F. De Roberto: indici di uno sperimentalismo travagliato, «SIT. Cahiers du Séminaire d'Italien de l'Université de Neuchâtel», n. 5 (novembre 1996), pp. 85-101. Analisi dello stile e della trasmissione dei valori in novelle sulla prima guerra mondiale

«Novelle per un anno» di Pirandello, «Nuova Secondaria», 15 ottobre 1998, pp. 46-50. Strutture macrotestuali dell'incompiuta raccolta novellistica

«L'umorismo» di Pirandello, uno e due, «Rassegna europea di letteratura italiana», n. 21 (2003), pp. 53-66. Critica delle varianti

La parola incarnata: tra finzione e realtà. «I promessi sposi alla prova» di Giovanni Testori, «Rassegna europea di letteratura italiana», n. 23 (2004), pp. 85-107. Analisi di poetica drammaturgica

Il funzionamento dei personaggi secondari nell’Orlando furioso: le vicissitudini di Sacripante, «Italianistica», maggio-agosto 2006, pp. 11-26. Metodo d’analisi di un personaggio letterario

Recensione su Roberto Salsano, Pirandello. Scrittura e alterità, Firenze, Cesati, 2005, pp. 207, in «Annali di Italianistica», 2006, vol. 24, pp. 457-458.

Il personaggio letterario: tra illusione e finzione, «La Nuova Secondaria», 17 aprile 2007 (n.8), pp. 32-35. Riflessioni metodologiche

Sacripante o l’infinita ricerca del cavaliere innamorato, «La Nuova Secondaria», 17 aprile 2007 (n.8), pp. 45-48. Analisi di un personaggio letterario

La narrazione frantumata delle Novelle per un anno, in Attualità di Pirandello, a cura di Enzo Lauretta, Pesaro, Metauro, 2008, pp. 207-225. Studio variantistico di una novella e della raccolta

L’umorismo and female Portraits: Between Theory and Fiction, «The Journal of The Pirandello Society of America», vol. XXII (2008), pp. 31-43. Analisi genetica di un motive letterario

La «Gerusalemme» contro-riformata del Tasso: raffronti e linee di forza, in a. c. F. Beltraminelli, Lezioni bellinzonesi 4, Bellinzona, Casagrande, 2011, pp. 106-136. Esame delle strutture narrative e delle loro implicazioni ideologiche.

Modi di funzionamento dell’umorismo in Pirandello. Riflessioni sui personaggi e sulla loro caratterizzazione, in «Rassegna europea di letteratura italiana», vol. 37, 2011, pp. 115-129. Studio dei meccanismi discorsivi e retorici alla base della ricezione umoristica dei personaggi.

Comunicare per cenni e per parole: una tipologia delle difficoltà nella comunicazione (interculturale) in Pirandello, in M. Rössner e A. Sorrentino (a.c. di), Pirandello e la traduzione (culturale). Atti del Convegno dell’ Europäisches Pirandello Zentrum (München 22-24 novembre 2011), Roma, Carrocci, 2012, pp. 17-26. Analisi tipologica dei problemi comunicativi nella novella Lontano di Pirandello.

Dire il vero alla prima persona: annotazioni sui romanzi di Pirandello, in a.c. di B. van den Bossche, Finzioni & finzioni. Illusioni e affabulazioni in Luigi Pirandello e nel modernismo internazionale. Atti del convegno internazionale di Lovanio / Anversa (20-22 maggio 2010), Firenze, Cesati, 2013, pp. 69-86. Esame dell’attendibilità e inattendibilità narratoriale.

Note preliminari sulla rarefazione ritrattistica nel “Canzoniere” di Petrarca, in a.c. di U. Musarra-Schroeder e F. Musarra, Faber in fabula. Casi di intertestualità artistica nella letteratura italiana. Atti del XX Convegno AIPI (Salisburgo 5-8 settembre 2012), Firenze, Cesati, 2013, pp. 17-29. Analisi delle strategie linguistiche, letterarie, semiologiche e ideologiche implicate nella descriptio mulieris.

Les «Novelle per un anno» de Luigi Pirandello: entre projet macrotextuel et réalisation inachevée, in «Interférences littéraires/Literaire interferenties», n° 12, « Cycles, Recueils, Macrotexts: The Short Story Collection in Theory and Practice », a c. di Elke D’hoker & Bart Van den Bossche, febbraio 2014, pp. 89-102.  Esame diacronico delle strutture macrotestuali di una raccolta narrativa.

Quando Pirandello riscrive se stesso: il caso delle novelle, in a.c. di J. Szymanowska, … centomila Pirandello. Atti del convegno internazionale di Varsavia (22-24 aprile 2013), Firenze, LoGisma, 2014, pp. 59-74. Esame dei tempi e dei modi della revisione testuale e delle sue implicazioni estetiche.

La retorica degli affetti nell’Orlando furioso e nella Gerusalemme liberata, in a c. di  J. Bartuschat e F. Strologo, Carlo Magno in Italia e la fortuna dei libri di cavalleria. Atti del Convegno internazionale di Zurigo (6-8 maggio 2014), Ravenna, Longo, 2016, pp. 193-219. Studio delle strutture retoriche e della ricezione letteraria con strumenti della neuroestetica e della ricerca sulle emozioni.