Stefano Bragato

Dr. Stefano Bragato

Early Postdoc - Letteratura Italiana

stefano.bragato@uzh.ch

Webseite

Stefano Bragato lavora al progetto “La gita a Chiasso”: trent’anni di sconfinamenti culturali fra Svizzera e Italia (1935-1965), diretto dalla Prof.ssa Tatiana Crivelli. Il progetto indaga la rete dei rapporti culturali tra Svizzera e Italia in tre decenni di rapidi cambiamenti sociali ed economici del Novecento, attraverso una cernita estensiva di varie tipologie di materiali tra cui documenti d’archivio, epistolari, stampa periodica, attività editoriali, radio, TV. L’obiettivo è di costruire una mappatura dell’attività transculturale di enti e personalità svizzeri e italiani in questi anni, al fine di far luce non solo sulle reciproche influenze tra i due Paesi, ma anche sulla presenza, a metà strada, di uno spazio terzo intraculturale con propri tratti originali. I contatti e le tensioni tra Svizzera e Italia assunsero infatti consistenze e angolazioni diverse nei diversi periodi storici (fascismo, dopoguerra, boom economico), che si rifletterono di volta in volta sul lavoro di vari gruppi di intellettuali e in diversi contesti culturali e locali.

 

Dopo gli studi a Milano e a Pavia e il dottorato all’Università di Reading (2015), Stefano Bragato è stato borsista presso varie istituzioni di ricerca, tra cui la Fondazione Giorgio Cini di Venezia e l’Accademia Britannica di Roma. Oltre che sulle tematiche transculturali de La gita a Chiasso, lavora sulle avanguardie storiche e il futurismo, Gabriele d’Annunzio, Giacomo Leopardi, su cui ha pubblicato diversi articoli. La sua monografia sui taccuini di Marinetti (Futurismo in nota: studio sui taccuini di Marinetti) è di prossima pubblicazione.